Bresciani: "A Varzi mi trovo benissimo. Una sconfitta non cambia i nostri piani"

23-11-2021 16:09 -

Diciannove anni appena compiuti e tanta voglia di crescere e dimostrare. Una delle note più liete nelle ultime giornate in casa Varzi è rappresentata da Thomas Bresciani. Classe 2002, il ragazzo sta trovando una certa continuità di rendimento e si è fatto largo tra i grandi. Alla quinta giornata aveva messo a segno il gol che ha chiuso la partita in casa del Base 96 Seveso, con i granata ridotti in nove uomini e vittoriosi per 3-1. Nelle precedenti due stagioni Bresciani si è fatto le ossa nel Canelli, sempre nel campionato di Eccellenza, in Piemonte. Oggi il numero 28 è il protagonista della consueta rubrica “A tu per tu”.

Partiamo dall'analisi della sconfitta di Voghera. E' stato un buon Varzi per una cinquantina di minuti, poi gli episodi hanno indirizzato la gara sui binari favorevoli ai padroni di casa. “La partita è completamente svoltata dopo l'espulsione di Calloni – spiega Bresciani -. Abbiamo dominato il primo tempo, nel quale sono state costruite diverse occasioni potenziali da gol. La Vogherese è apparsa molto chiusa, a mio avviso avremmo potuto fare qualcosina in più per sbloccare la contesa”.

Contro Ardor Lazzate, Verbano e Vogherese, Thomas Bresciani ha ricoperto il ruolo di trequartista. Nelle prime due partite Mister Pagano ha puntato su una sorta di 4-2-3-1, che a Voghera è sembrato più un 4-3-1-2. Al di là dei moduli, il ragazzo appare soddisfatto della posizione in campo. “Sto giocando in un ruolo che mi piace tantissimo. Posso girare liberamente per il campo, e avverto parecchio la fiducia del Mister, che mi da molta libertà di azione. E' molto piacevole giocare alle spalle di Grasso e Pizzini, due giocatori senza dubbio da categoria superiore, che mi aiutano molto in campo, dispensandomi sempre consigli preziosi”.

Thomas Bresciani è arrivato a Varzi in punta di piedi. Le sue prestazioni non sono passate in secondo piano, e il classe 2002 si è fatto strada. Ora, dopo oltre tre mesi, le ambizioni e gli obiettivi sembrano molto chiari. “A Varzi mi sono trovato benissimo fin da subito. Al mio arrivo in ritiro ero inizialmente in prova, poi con calma ho avuto sempre più spazio fino a raggiungere il posto da titolare. E' stata un'ascesa graduale e piacevole. A mio avviso siamo una grandissima squadra. Guardando i giocatori presenti in rosa, ritengo che possiamo fare anche qualcosa in più. Ci sta perdere una partita, ma questa sconfitta non cambia i nostri piani: vogliamo vincere il campionato”.

Foto: Alessandro Maggi


Fonte: Addetto Stampa